LORENZO PEGORARO DEBUTTA A MONZA CON SILIPRANDI RACING

Lorenzo PegoraroSarà una delle new entry per il prossimo round di Monza, terzo appuntamento stagionale della Lotus Cup Italia 2015: lui è Lorenzo Pegoraro, giovane pilota di Terni con all'attivo la partecipazione alla Clio Cup e Peugeot RCZ Cup, che quest'anno ha deciso di provare la serie italiana dedicata al marchio di Hethel. Pegoraro, che disputerà oltre a Monza anche le gare di Misano Adriatico e Imola, sarà al volante della seconda Lotus Elise Cup PB-R preparata dalla Siliprandi Racing di Suzzara, già protagonista quest'anno con l'equipaggio formati dai ravennati Eugenio Pisani e Fabio Fabiani. Oltre a Pegoraro, il primo week end di Luglio a Monza sono attesi altri nuovi piloti mentre rientrerà nella serie, dopo impegni personali che lo hanno tenuto lontano nelle prime due gare, anche Marco Fumagalli con la sua Lotus "Johnny Rapina".

CROSA VINCE GARA 2 AD ADRIA TRA MILLE COLPI DI SCENA!

Podio Gara 2 AdriaNon si può certo dire che la seconda gara di Adria della Lotus Cup Italia 2015 sia stata avara di emozioni! Dopo 25 minuti di fuoco è stato Alberto Crosa a trionfare davanti a Mauro Guastamacchia e Marco Fiore, tutti autori di una gara straordinaria e, soprattutto, priva di errori. Al semaforo verde era proprio Crosa a scattare meglio di tutti mentre alle sue spalle c’era il primo colpo di scena, con Sauto che toccava Guastamacchia spedendolo in testacoda, costringendo il portacolori dell’Aggressive Team Italia a ripartire dal fondo; per questa toccata il pilota meranese veniva penalizzato con un Drive-Through scontato qualche passaggio più tardi. Al termine del primo giro invece il contatto tra Fabiani e Sauto vedeva il ravennate finire per compiere un 360° con ripartenza in coda al gruppo.

NESPOLI, PISANI E GUASTAMACCHIA SUL PODIO IN GARA 1 AD ADRIA

Gara 1 AdriaGara 1 ad Adria della Lotus Cup Italia 2015 ha preso il via di prima mattina già sotto un caldissimo sole, regalando emozioni sin dai primi metri. Dalla pole position non scattava benissimo Nespoli (richiamato poi dai Commissari Sportivi per posizionamento non corretto sulla griglia), che doveva subito difendersi da Pisani, Guastamacchia e Stabellini, quest'ultimo richiamato poco dopo con un Drive-Through che comprometteva irrimediabilmente la sua gara relegandolo a fondo gruppo. Nel mentre si accendeva la lotta tra Sauto, Crosa e Manassero, coì come tra Fiore e Grisi poco più indietro. Pisani teneva bene il ritmo nelle prime fasi non riuscendo però ad attaccare lo svizzero Nespoli, mentre Guastamacchia perdeva leggermente terreno. Crosa riusciva ad avere la meglio nei confronti di Sauto, poco dopo imitato da Manassero, autore di un ottimo sorpasso che sorprendeva il pilota della nera Elise. Grisi recuperava su Fiore ma a metà gara, per una perdita di efficenza ai freni, era costretto a rallentare il passo.

 Yokohama OMP MAK Pakelo Pakelo NTP