MARCO MELANDRI AL VIA NELLA LOTUS CUP ITALIA AL MUGELLO

Marco MelandriCi sarà un pilota d’eccezione nel prossimo appuntamento della Lotus Cup Italia 2015, in programma al Mugello nel week end del 4-6 Settembre: sulla Lotus Elise Cup PB-R “demo” salirà infatti Marco Melandri, Campione del Mondo 2002 della classe 250 di motociclismo nonché Vice-Campione del Mondo MotoGP nel 2005 e Superbike nel 2011. Il ravennate, per preparare al meglio il round sul tecnico circuito toscano, è sceso in pista a Franciacorta nella giornata di martedì 4 Agosto, per la prima volta al volante della Lotus Elise Cup PB-R con il supporto di Stefano d’Aste e PB Racing. Oltre 40 i giri compiuti da Melandri che ha abbassato il proprio limite passaggio dopo passaggio, trovando la vettura protagonista della Lotus Cup Italia divertente e agile da guidare, volendo così provare diverse regolazioni di setup ad ogni rientro ai box. Al termine del test il miglior riscontro cronometrico del centauro è stato di 1’16.8, davvero molto buono se si pensa che è stato ottenuto con pneumatici molto usurati e con temperature oltre i 35°C.

Marco Melandri: “E' stata una giornata fantastica in pista a Franciacorta con PB Racing, mi sono divertito un sacco. La Lotus Elise Cup PB-R è una macchina molto prestante, reattiva, e a parte qualche testacoda per trovare il limite direi che è andato tutto bene. Questi test di Franciacorta non sono fine a se stessi ma sono serviti per conoscere questa Elise e per immagazzinare esperienza in vista della gara al Mugello nella Lotus Cup Italia di Settembre, un appuntamento al quale tengo particolarmente e dove non voglio sfigurare. Parto con la volontà di fare bene e raccogliere il massimo in pista. Sto già lavorando per tornare sulle due ruote nel 2016, per passare alle auto a tempo pieno c’è tempo ma in futuro è un salto che mi piacerebbe provare.

Stefano d’Aste: “Siamo contenti di riavere con noi Marco Melandri, che con PB Racing aveva già corso una gara della Lotus Cup diversi anni fa e un Rally di Monza. Nel test a Franciacorta si è comportato molto bene, trovando subito un ottimo feeling con la Lotus Elise Cup PB-R, a dimostrazione di quanto questa auto da noi progettata insieme a Hexathron Racing Systems e Lotus Cars sia adatta a tutti. Sono sicuro che al Mugello farà bene e anche gli altri piloti della Lotus Cup Italia sono già esaltati dall’idea di potersi confrontare con Macho... almeno sulle quattro ruote!” 

PB RACING COMPLETA LA LOTUS ELISE CUP PB-R N.22

Lotus Elise Cup PB-RContinua senza sosta in casa PB Racing la costruzione delle Lotus Elise Cup PB-R destinate alla Lotus Cup Italia nonché Lotus Cup Europe, Asia e USA, con il target di arrivare a produrre la ventiseiesima vettura entro la fine dell’anno. Nella factory ufficiale Lotus Cars capitanata da Stefano d’Aste – l’unica al mondo a poter costruire dal telaio auto da corsa derivate dalla serie con il marchio di Hethel – è stato ultimato l’esemplare numero 22 della supercar progettata proprio dall'azienda bergamasca in collaborazione con Hexathron Racing Systems e Lotus Cars: questa auto, che sarà deliberata domani sul circuito di Franciacorta dallo stesso d’Aste, sarà portata in gara prossimamente da una vecchia conoscenza del monomarca inglese, lo svizzero Maurizio Fortina.

ORSINI DOMINA "FLAG TO FLAG" IN GARA 2 A MISANO

Dario OrsiniAncora grandi battaglie, ancora un nome nuovo sul gradino più alto della Lotus Cup Italia 2015; se in Gara 1 aveva dovuto soccombere ad un indemoniato Lorenzo Pegoraro, nella seconda gara di Misano è stato il giovane Dario orsini a prevalere sul pilota della Siliprandi Racing. Scattato ottimamente al semaforo verde, il diciannovenne della Cipriani Motorsport ha solo dovuto rintuzzare gli attacchi di Pegoraro incrementando, da metà gara in poi, il proprio vantaggio sul ternano. Terzo un ottimo Franco Nespoli Aggressive Team Italia), in ripresa dopo qualifiche e Gara 1 non al top, che ha saputo sfruttare bene ogni occasione per guadagnare posizioni importanti. Alle sue spalle il rientrante Ivan Capelli (Cipriani Motorsport): nelle prime battute, il pilota milanese ex F.1 è stato protagonista di una battaglia senza esclusione di colpi con Pasotti, finché entrambi sono finiti in testacoda dopo una toccata, per la quale veniva comminato un drive-through all'esordiente di Lumezzane; Capelli, dal canto suo, non si è dato per vinto recuperando posizioni su posizioni fino all'ultima curva, dove è riuscito ad avere la meglio su uno sfinito Guastamacchia, giunto 5° al traguardo dopo esser partito nuovamente con la febbre.

 Yokohama OMP MAK Pakelo Pakelo NTP